Parco naturale regionale di Porto Selvaggio e Palude del Capitano


Info e Regolamentazione
Natura e Territorio
Materiali e Lavori in corso

  La flora del Parco
Salicornia glauca – Arthrocnemum glauca – Chenopodiaceae

E’ una pinta annua, dall’arbusto cespuglioso ed eretto, con rami cilindrici, carnosi e succulenti, dapprima di colore verde-glauco, poi bruno.
Le foglie sono squamiformi, succulente e saldate alla base a formare un breve manicotto. Fiorisce da agosto a settembre.
L’infiorescenza è una spiga, formata da segmenti carnosi sovrapposti, di colore verde: alcuni di questi sono sterili mentre altri fertili e portano due cime ridottissime formate da tre fiori sessili.

  La flora del Parco
Salvione giallo – Phlomis fruticosa – Labiatae

Pianta perenne legnosa, alta 0,5-1 m; fiorisce tra marzo e aprile. Si trova nei cespugli e garighe aride.
Ha aspetto cespuglioso con fusti eretti; foglie con picciolo di 1-3 cm, fiori in densi verticillastri all’ascella di foglie sessili, corona gialla pelosa calice a tubo cilindrico.
Il nome in greco significa “fiamma” proprio per le foglie lenose, usate come lucignoli.

  La flora del Parco
Scrofularia pugliese – Scrophularia lucida – Scrophulariaceae

Si rinviene su rocce e muri vicini al mare, è alta massimo 50 cm. Ha un aspetto cespuglioso: le foglie, arricciate e glabre, sono di colore verde lucido, i fiori, poco appariscenti
e disposti a pannocchia lungo il fusto, sono color porpora scuro. Fiorisce in marzo-maggio.

  La flora del Parco
Spinaporci – Sarcopoterium spinosum – Rosaceae

Cespuglio denso, di forma globosa, non più alto di 60 cm, con rami molto intrecciati e armati di lunghe spine. Foglie piccole, seghettate e pelose nella pagina inferiore.
Fiorisce in marzo-aprile, ma i fiori sono poco vistosi. E’ specie tipica del mediterraneo orientale (penisola ellenica, Palestina e Asia minore), in Italia è specie rara e molto localizzata;
si rinviene in piccole stazioni in Calabria e Basilicata, in Puglia (palude del Capitano e torre Colimena), in Sardegna e in Sicilia.

  La flora del Parco
Statice salentino – Limonium japygicum – Plumbaginaceae

Specie perenne erbacea. Le foglie sono piccole, lanceolato-spatolate, disposte a formare una rosetta basale. Infiorescenza con rami lassi che si dipartano dalla base,
fiori piccoli di colore azzurro molto tenue. Fiorisce in giugno-agosto. E’ una specie endemica delle coste basse e rocciose della penisola salentina.

  La flora del Parco
Timo arbustivo – Thymus capitatus – Labiatae

Piccolo arbusto con rami legnosi con corteccia biancastra, portamento a pulvino. Foglie molto fitte picchettate di ghiandole puntiformi.
Infiorescenze ovoidali. Corolla roseo purpurea. Specie indigena dei paesi del Mediterraneo che cresce su pendici assolate, rocciose e luoghi aridi dal mare
alla zona montana e viene spesso coltivata negli orti come pianta aromatica. Ha la caratteristica di perdere le foglie nel periodo più siccitoso dell’estate.


links alle pagine della sezione:




Inviateci il vostro contributo. Il nostro indirizzo e-mail è:



(C) 2024