Parco naturale regionale di Porto Selvaggio e Palude del Capitano
Nardò (Lecce) - Puglia - Italia
Ente di gestione e sede legale:
Comune di Nardò - P.zza Cesare Battisti, 3 - 73048 Nardò (Le) - Italia
tel. (+39) 0833 838111 - fax (+39) 0833 561726 e-mail: [email protected]


Info e Regolamentazione
Natura e Territorio
Materiali e Lavori in corso

  Disciplina del Parco
Attività consentite e vietate nel Parco e relative autorizzazioni

Sull’intero territorio del Parco naturale regionale “Porto Selvaggio e Palude del Capitano” sono vietate le attività e le opere che possono compromettere la salvaguardia del paesaggio e degli ambienti naturali tutelati, con particolare riguardo alla flora e alla fauna protette e ai rispettivi habitat. In particolare, vige il divieto di:

aprire nuove cave, miniere e discariche;
esercitare l’attività venatoria;
– alterare e modificare le condizioni di vita degli animali;
raccogliere o danneggiare le specie vegetali spontanee;
asportare minerali e materiale d’interesse geologico;
introdurre nell’ambiente naturale specie faunistiche e floristiche non autoctone;
effettuare opere di movimento terra tali da modificare consistentemente la morfologia del terreno;
– apportare modificazioni agli equilibri ecologici, idraulici e idrogeotermici o tali da incidere sulle finalità di protezione del Parco;
transitare con mezzi motorizzati fuori dalle strade statali, provinciali, comunali, private e vicinali gravate dai servizi di pubblico passaggio;
– costruire nuove strade e ampliare le esistenti.

Fino all’approvazione del Piano territoriale di cui all’articolo 7 della legge regionale istitutiva, è fatto divieto di:
– costruire nuovi edifici od opere;
– mutare la destinazione dei terreni, fatte salve le normali operazioni connesse allo svolgimento, nei terreni in coltivazione, delle attività agricole, forestali e pastorali;
– effettuare interventi sulle aree boscate e tagli boschivi senza l’autorizzazione dei competenti uffici dell’Assessorato regionale all’agricoltura e foreste.

Fino all’approvazione del Piano territoriale sono consentiti sugli edifici esistenti, esclusivamente nella sola zona di rispetto del Parco, previa deroga e nel rispetto del PRG, adeguamenti di tipo tecnologico e/o igienico-sanitario connessi all’applicazione della normativa vigente. Possono inoltre essere realizzati interventi di trasformazione e/o ampliamento degli edifici rurali esistenti nella misura massima del 15 per cento della loro superficie utile, previa valutazione e approvazione di apposito piano di miglioramento aziendale, e fatto salvo il rispetto delle previsioni del PRG.

Sono consentiti, previa valutazione da parte dell’Ufficio parchi e riserve naturali della Regione Puglia, interventi pubblici o privati, realizzati nel rispetto della normativa vigente, destinati a migliorare la fruizione della zona costiera, mediante l’utilizzazione di manufatti di tipo precario, amovibili, in legno o altro materiale naturale, tali da rispettare le esigenze di compatibilità ambientale dell’area.

E’ consentita la realizzazione di interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria dei manufatti edilizi esistenti.

L’elencazione precedente ha carattere esemplificativo. Fare riferimento alla legge istitutiva per maggiori dettagli.



Inviateci il vostro contributo: fotografie, testi, consigli, spunti di riflessione.

Il nostro indirizzo e-mail è:

[email protected]

(C) 2006 by Comune di Nardò - Il contenuto di questo sito non può essere riprodotto senza l'autorizzazione scritta del Comune di Nardò
Per informazioni: [email protected] - Webmaster: [email protected]
Sito del Comune di Nardò: www.comune.nardo.le.it - Ufficio Relazioni con il Pubblico (U.R.P.): tel (+39) 0833 838308 - P.zza Cesare Battisti, 3 - e-mail: [email protected]
Grazie a tutti coloro hanno contribuito alla realizzazione di questo sito, fornendo fotografie, materiale scientifico e suggerimenti